Giovedì 12 aprile ha avuto luogo un interessante Interclub con il Rotary Club Ferrara, presso l’Hotel Carlton, sul tema del disagio giovanile e della sua possibile prevenzione. Sono intervenute la dottoressa Paola Corazza, Direttore del Dipartimento assistenziale integrato di salute mentale e dipendenze patologiche dell’Azienda USL di Ferrara, la dottoressa Raffaella Bertelli, medico psichiatra, e la dottoressa Barbara Girotto, psicologa.
E’ stato presentato un progetto molto innovativo incentrato sul concetto di “PEER EDUCATION” (letteralmente “educazione tra pari”) per prevenire gli esordi psicotici tra i ragazzi, che consiste nel formare un gruppo di ragazzi, che sono usciti da un percorso di recupero guarendo dalla dipendenza dalla cannabis e dai disturbi psicotici da essa creati, che per consapevolezza e motivazione riescono ad aiutare altri ragazzi che hanno bisogno di supporto per uscire dalla stessa dipendenza. Oggetto del service, che ha visto collaborare i due Rotary ferraresi, è stato l’acquisto di supporti tecnologici indispensabili per la realizzazione del progetto.

Lunedì 16 aprile ha avuto luogo un Interclub con i Rotary Ferrara, Copparo, Terre Pomposiane e Poggio Renatico, presso l’Hotel Astra, che ha avuto come ospite l’Arcivescovo di Ferrara Monsignor Gian Carlo Perego, che ha relazionato su un tema di grande attualità come quello dell’etica delle professioni e della situazione socio-economica della nostra provincia, in relazione al ruolo della Chiesa. Grande serata, di interesse comune e con numerosa partecipazione. Alla fine della relazione dell’Arcivescovo è scaturito un dibattito con numerosi interventi.



Sabato 21 aprile è stato inaugurato, alla presenza degli Assessori comunali Roberta Fusari e Roberto Serra, l’ampliamento del “Bosco Abbado”, ubicato su via Padova nei pressi del Barco, reso possibile grazie a “Un albero per ogni rotariano”, iniziativa dei due Rotary Ferrara e Ferrara Est, fortemente sostenuta dal Governatore del Distretto Maurizio Marcialis.
Tutto prende le mosse, come hanno spiegato Aida Morelli e Gianni Guizzardi, componenti della “commissione ambiente” distrettuale, dalla decisione del Presidente internazionale di lanciare una grande iniziativa di attenzione concreta nei confronti della salute del pianeta. Di qui l’invito ai Club di tutto il mondo di piantare un albero per ogni rotariano. La proposta è stata immediatamente accolta anche nell’area estense e i due Club ferraresi si sono attivati trovando piena collaborazione nell’amministrazione e negli uffici tecnici comunali. Il Progetto “Bosco Abbado” era iniziato con il supporto di Amsefc e la collaborazione degli assessorati comunali all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici e al Verde, del Garden Club, del Soroptimist Club, del Rotary Club di Ferrara e degli amici di Maria Teresa Mayr Giovannini.
E’ stato intitolato al Maestro Abbado, ricordando un aspetto peculiare della sua personalità: amante di fiori, giardini e spazi
verdi, ai quali si dedicava con passione. Ora il bosco, grazie al finanziamento del Rotary Ferrara e del Rotary Ferrara Est, è stato arricchito da più di 150 alberi e siepi di varie specie, sulla base del progetto del Presidente dell’Associazione Basso Profilo, Manfredi Patitucci, che ha ideato il Bosco Claudio Abbado come un esempio di parco pubblico in grado di inaugurare un modo nuovo di fare paesaggio nell’ambito degli  spazi verdi delle città, dove l’aspetto del selvatico, così importante per la salvaguardia della biodiversità, viene gestito in modo da poter convivere con gli aspetti più consueti dell’utilizzo dello spazio urbano da parte dei suoi cittadini. Fare entrare la natura nelle città grazie ad una progettazione che cerca di essere il più possibile mimetica della natura stessa è infatti alla base di questo meritorio progetto, che ha visto la sinergia di istituzioni e diverse realtà cittadine riunite per uno scopo comune.

Si ricorda:
18 Maggio: nell’ambito dell’iniziativa Happy Camp, cena alle ore 20,00
presso Camping Florenz a Lido degli Scacchi.

COMPLEANNI DEI SOCI
Nel mese di maggio compiono gli anni:
Maria Livia BRUNELLI (07/05)
Ennio MANUZZI (08/05)
Teodorico NANNI (11/05)
Marco RIZZIOLI (14/05)
Paolo GEORGACOPULO (18/05)